Vai al contenuto principale

Il flusso di cassa è il re

  • News

Chris e Carla Staples hanno acquistato la loro prima fattoria quattro anni fa e sembra immacolata. È stato aggiunto un nuovo spargimento, l'esterno del caseificio ha un aspetto elegante e quasi la metà dell'azienda agricola di 103 ettari (effettivi) è stata rimessa a prato. Tutto è stato ottenuto dal flusso di cassa, in linea con la loro strategia durante la mungitura condivisa e ora la proprietà agricola per concentrarsi sulla riduzione del debito e spendere soldi solo quando c'è un'eccedenza nel portafoglio.

La coppia si è sempre aggrappata al loro obiettivo a lungo termine di possedere una fattoria, nonostante gli oppositori lungo la strada che hanno detto loro che stavano sognando.

Da un anno di lavoro in una fattoria, Chris è passato a quattro anni come manager e poi come coppia con due bambini piccoli hanno assunto un contratto di mungitura a quote inferiori per quattro anni, seguito da sette anni con un contratto 50:50.

"C'è molto lavoro da fare per ottenere la proprietà dell'azienda agricola", afferma Chris. "Per arrivarci devi aver preso la decisione all'inizio della tua carriera e avere obiettivi chiari e un percorso per raggiungerlo".

Mungendo 360 mucche a Whataroa, nel sud del Westland, hanno vinto il concorso West Coast-Top of the South Sharemilker of the Year nel 2014. Vincere quel concorso li ha resi più consapevoli di ciò che potevano ottenere e che stavano andando nella giusta direzione per la proprietà dell'azienda agricola .

"Volevamo la proprietà dell'azienda agricola ed eravamo strategici nel nostro programma di risparmio", afferma Carla. "Abbiamo sempre svolto il lavoro da soli piuttosto che assumere personale, se potessimo farlo".

Ogni volta che avevano denaro extra, acquistavano azioni per accumulare capitale o rimborsavano il debito. Poi quattro anni fa, a stagione inoltrata, una fattoria che pensavano non sarebbe mai stata disponibile è arrivata sul mercato a Kowhitirangi, nella lussureggiante valle nell'entroterra di Hokitika. È stato un momento difficile per acquistare una prima fattoria. Le banche sono state sempre più caute sui prestiti, soprattutto ai primi acquirenti di aziende agricole. Ma Carla afferma che il loro successo con il Dairy Industry Award ha sicuramente dato alla banca più fiducia nelle loro previsioni.

"I nostri flussi di cassa erano sempre buoni e quando stavamo acquistando una fattoria potevamo dimostrare che potevamo fare soldi e saldare i debiti".

Westland Milk Products era ancora una cooperativa e il payout per la stagione 2018-19 era compreso tra $ 5.80 e $ 6/kg di milksolids (MS). Un anno dopo gli Staples stavano mungendo per conto di Yili dopo aver acquistato la cooperativa, con una garanzia di 10 anni per eguagliare il prezzo del latte alla stalla di Fonterra, più l'acquisto di azioni.

Per gli acquirenti della prima azienda agricola che hanno messo a bilancio il pagamento della cooperativa che era stato difficile per anni, Yili è stata una svolta fortunata. Il pagamento in contanti di $ 3.41 per azione è andato direttamente alla riduzione del debito e il loro budget ha avuto improvvisamente un pagamento più elevato con cui lavorare.

Descrivono le aziende lattiero-casearie della costa occidentale come un buon rapporto qualità-prezzo. Hanno un prezzo che è circa un terzo degli allevamenti di Canterbury e non hanno il costo dell'irrigazione. La produzione è circa la metà, ma nel complesso il ritorno sull'investimento è maggiore. Secondo Chris e Carla, la West Coast rappresenta un buon ritorno sull'investimento.

Quattro anni dopo aver acquistato la loro prima azienda agricola, non hanno debiti enormi, il che significa che non si preoccupano troppo di aumentare i tassi di interesse, nonostante siano a tasso variabile. È un fattore di rischio, dice Carla, ma sono a loro agio con quel rischio.

Ogni stagione hanno un budget di base per l'attività e se il pagamento è superiore al previsto, questo è un bonus che useranno prima per ridurre il debito e poi apportare miglioramenti alle loro risorse. In questo modo, mirano ad avere maggiore flessibilità e grasso nel business per far fronte all'imprevedibilità dei pagamenti, del clima e delle politiche governative.

Gli Staples avevano risparmiato molto negli anni per raggiungere il loro obiettivo e per ottenere l'equità extra di cui avevano bisogno per l'acquisto della fattoria, vendettero 160 delle loro mucche, mantenendo il bestiame giovane con la migliore genetica nella loro mandria. Avevano lo scopo mentre si stavano spostando da una mandria di 360 mucche a una fattoria che aveva munto 230 mucche Jersey.

Le loro stesse mucche sono incroci frisoni e quindi hanno ridotto il numero a 205 per compensare le vacche di tipo frisone sui terreni pesanti. Si adatta anche alla loro filosofia di meno vacche per una maggiore produzione. Iniziano la stagione con la mungitura due volte al giorno, scendendo a 3 su 2 verso marzo per allungare il giro e poi una volta al giorno nell'ultimo mese per migliorare le condizioni e nutrirsi prima dell'inverno.

Con input limitati e una produzione di pascolo di circa nove tonnellate di materia secca (DM)/ha/anno, hanno raggiunto 880 kg di solidi lattiero-caseari (MS)/ha durante il 2020-21 e 430 kg MS/vacca. La scorsa stagione è tornato un po' a circa 410 kg MS/vacca dopo una primavera particolarmente piovosa e si è conclusa con un totale di 84,000 kg MS, che è un po' in calo rispetto alla loro migliore stagione di 89,000 kg MS da 210 vacche.

Negli ultimi quattro anni, Carla ha dettagliato gran parte dei loro progressi attraverso la rubrica Dairy Exporter's Milking Platform – e hanno ottenuto molto. A parte l'acquisto della fattoria, si sono rifiutati di contrarre più debiti e tutto è stato fatto dal flusso di cassa. Anche se lo riconoscono in fondo, se devono fare un grosso acquisto come un nuovo trattore, questo non uscirà dal flusso di cassa.

Programma di inerbimento

Nella loro prima stagione, hanno aggiornato l'edificio del caseificio, compreso un nuovo tetto, ripulito gli scarichi e interrato gran parte della fattoria per aerare e drenare i terreni fertili ma pesanti. Lo stagno effluente è stato ampliato a 600,000 litri e hanno avviato un importante programma di inerbimento, in gran parte dopo il raccolto invernale di navone che viene utilizzato per mantenere le mucche a casa. Gran parte dell'azienda agricola non è stata inerbita per 20 anni e il reinerbimento è il loro modo per diventare meno dipendenti dai mangimi importati.

Nel loro programma di inerbimento hanno sperimentato vari mix di loietto e trifoglio e la scorsa stagione hanno seminato 10 ettari di loietto tetraploide Forge, più il diploide Maxsyn, con un paio di diversi trifogli bianchi. È più inerbito di quanto pianificato quest'anno, ma dopo la primavera piovosa, hanno avuto un'estate fantastica e hanno deciso di continuare a inerbire finché le cose andavano bene.

"All'inizio dell'autunno siamo rimasti un po' a corto di foraggio, ma ora stiamo bene perché l'erba nuova è davvero decollata", afferma Chris.

Gli piace provare le nuove specie da pascolo per scoprire cosa funziona meglio nella fattoria. I ryegrass italiani non sono stati duraturi e ha grandi speranze per Forge. È un nuovo ibrido che è difficile da reperire dopo uno scarso raccolto di semi a Canterbury, ma ne hanno abbastanza per seminare anche il raccolto di svedese di questo inverno al pascolo.

I paddock vengono irrorati e completamente coltivati ​​prima del reinerbimento e vengono perforati utilizzando la propria seminatrice. Hanno acquistato tutta la loro attrezzatura poiché il tempo può spesso limitare il tempo a disposizione per portare a termine il lavoro. La maggior parte dell'azienda agricola è stata aerata nei quattro anni di proprietà per favorire il drenaggio e ridurre la compattazione.

Nel loro primo anno in azienda, hanno testato il terreno in ogni paddock che ha mostrato alcune aree che necessitavano di attenzione e fertilizzato ogni paddock in base ai risultati. L'anno scorso hanno testato nuovamente l'intera azienda ei risultati hanno mostrato i vantaggi di applicazioni mirate di fertilizzanti.

"A lungo termine ti fa risparmiare denaro perché non stai applicando più fertilizzante del necessario", afferma Carla.

La scorsa primavera è stata così piovosa che non hanno potuto guidare sui paddock per un mese e hanno dovuto spargere DAP sulla fattoria in elicottero. Ci sono voluti solo 45 minuti per ottenere il fertilizzante su cui secondo Carla era ottimo per la gestione del tempo, ma un altro costo. Un clima ad alta piovosità significa applicare fertilizzanti poco e spesso, comprese le applicazioni di azoto che sono in linea con il limite massimo di 190 kg/ha/anno.

Hanno anche utilizzato il fitoregolatore ProGibb SG che ha permesso loro di dimezzare le applicazioni di azoto in aprile e maggio. Chris premiscela ProGibb e lo spruzza sul pascolo, quindi è un po' faticoso, ma è solo per due mesi all'anno e dà al pascolo una buona spinta per il pascolo invernale.

Le mucche pascolano sull'erba e una pausa dei 6 ha di svevia durante l'inverno con il raccolto di sveva che produce 16-18 t DM/ha. Se in autunno si bagna, Chris dice che iniziano a nutrire le mucche con il raccolto a maggio per migliorare le loro condizioni prima dell'inverno.

Producono anche insilato umido nella fattoria per nutrire le mucche ogni volta che ne hanno bisogno durante l'anno e la scorsa stagione hanno prodotto 210 tonnellate da nutrire sulla mangiatoia in cemento.

Hanno cercato di mettere un tetto sopra il feedpad, ma in questa fase ritengono che capitalizzerebbe eccessivamente la piccola fattoria. Gli abbeveratoi sul feedpad consentono loro di nutrire un mangime importato come il palmisti, se necessario.

Chris dice che acquistano mangime se necessario, ma non vogliono fare affidamento su di esso, soprattutto con l'aumento dei costi. Come il prezzo del fertilizzante che è salito vertiginosamente nella scorsa stagione - raddoppiato per lo Staples - il prezzo del palmisti è aumentato drammaticamente. Da ottobre è passato da 300 $/t a 500 $/t per loro. Sebbene intendano ancora nutrire un po' di palmisti durante tutto l'anno, non sarà tanto quanto le 100-150 tonnellate all'anno che hanno nutrito tra aprile e ottobre. Questo copre la preparazione al parto e poi l'accoppiamento.

Per tutta la stagione, le mucche vengono alimentate con melassa nel caseificio che aiuta il flusso delle mucche e dà alle mucche energia extra quando il clima è freddo e umido.

Prima dell'aumento dei costi dei palmisti, gli integratori costavano loro 84c/kg MS per la stagione 2020-21 e ciò includeva la produzione di insilato, mangime per vitelli, palmisti e melassa.

Faceva parte delle loro spese di lavoro agricolo che ammontavano a un moderato $ 3.73/kg MS - con questa stagione ancora da elaborare e dovrebbe aumentare a causa dei costi più elevati di quasi tutto.

"Stiamo davvero perfezionando tutto e stiamo attenti a ciò che spendiamo", afferma Carla.

Vitelli migliori con un'alimentazione improvvisata

Gli Staples non hanno mai avuto paura di provare qualcosa di nuovo e la scorsa stagione Carla ha deciso di concedere ai vitelli l'accesso improvvisato al latte. Significava che i vitelli bevevano il 70% in più di latte, ma crescevano più velocemente e venivano svezzati con tre settimane di anticipo.

“Il settanta per cento in più di latte sembra fenomenale! Ma avevamo vitelli migliori che erano più tranquilli perché era come essere allevati dalle loro madri.

"Quando di solito vai in una stalla per vitelli al mattino, tutti ci provano, ma quando sono improvvisati c'è silenzio assoluto."

I vitelli venivano alimentati con latte intero che non era destinato al tino, come il latte delle manze precedentemente sigillate con i capezzoli. I vitelli sono stati tenuti all'interno il più a lungo possibile, ovvero circa cinque settimane, quindi sono passati alla calfetaria nel paddock che ha richiesto circa tre giorni. All'inizio di novembre erano tutti svezzati perché avevano raggiunto i 90 kg di peso vivo e questo permetteva di risparmiare sul pasto.

“La chiave per un'alimentazione improvvisata è non lasciarli mai senza latte. Vado sempre al mattino e lo rabbocco e poi di nuovo nel pomeriggio. È molto più facile e in termini di tempo è molto meglio. Avevo una penna di neofiti in modo da poter insegnare loro a bere e poi mi assicuro solo che sembrino aver mangiato. Non sovralimentano perché è più naturale.

Ha funzionato così bene che Carla ha intenzione di nutrire di nuovo i vitelli nella prossima stagione. I vitelli rimangono nella fattoria fino al 1° maggio e per tutto l'autunno, dove hanno accesso improvvisato agli ultimi recinti di nuova erba. Quando si dirigono verso un allevatore a Whataroa, sono enormi. Lo stesso giorno, le giovenche appena nate tornano alla fattoria per l'inverno dove pascolano con la mandria principale. Chris dice che dà alle giovenche il tempo di adattarsi alla mandria prima dell'inizio della stagione.

"Mettiamo l'intero lotto attraverso il capannone una volta alla settimana in inverno e controlliamo i loro capezzoli e lo spray per capezzoli e talvolta li lasciamo semplicemente attraversare la (spina di pesce a 24 lati) da soli."

Tre stagioni fa hanno iniziato a sigillare i capezzoli delle manze per evitare la mastite. I terreni pesanti dell'azienda agricola sono ottimi per trattenere l'umidità durante l'estate, ma hanno provocato più casi di mastite in primavera a causa delle precipitazioni annuali di oltre 4 m. La sigillatura del capezzolo ha contribuito a eliminare la mastite e le sue perdite associate.

“Però è un lavoro da incubo. Lo facciamo quando è asciutto da un po', così le giovenche sono belle e pulite. Devi stare molto attento all'igiene e usiamo molti alcolici denaturati.

"Momenti divertenti nel capannone", aggiunge Carla.

Quindi, al momento del parto, ogni capezzolo deve essere spogliato per rimuovere completamente il sigillo. È una seccatura e un costo sigillare i capezzoli di ogni giovenca, ma Chris afferma che il costo impallidisce in confronto alla possibilità di perdere giovenche a causa della mastite primaverile o di dover eliminare i quarti persi per lo stesso motivo.

Le giovenche partoriscono verso la fine di luglio, circa 10 giorni prima del resto della mandria, quindi c'è un po' di tempo per “muoversi con loro” nel caseificio prima che il resto della mandria partorisca e il tempo è poco.

Chris e Carla non impiegano manodopera, con un mungitore di soccorso portato solo quando sono via, quindi l'inizio della primavera è in piena.

In questa stagione hanno esteso il parto a 10 settimane per avere più mucche, ma avranno comunque la stessa diffusione del parto utilizzando lo sperma di tori a gestazione breve per gli ultimi otto giorni di accoppiamento. Sono fortemente guidati dal valore di allevamento (BW) e dal valore di produzione (PW), nominando sempre un toro per una particolare vacca per migliorare la genetica nella mandria. Pensano che non è un grosso costo nominare un toro e ottieni quello che vuoi. Tutte le mucche da cui non vogliono sostituzioni ottengono le cannucce di Hereford da AI. Le cannucce di Hereford assicurano un mercato per i vitelli e un minor numero di bobby vitelli, con gli stessi acquirenti che hanno preso i loro vitelli Hereford-cross negli ultimi otto anni.

Le giovenche sono state inseminate artificialmente negli ultimi otto anni per migliorare la genetica. Quest'anno hanno fatto un ulteriore passo avanti e hanno utilizzato seme sessato per il 75% delle manze dopo un programma di doppia PG e il 60% di queste ha portato a gravidanze riuscite. Hanno usato seme sessato congelato che non ottiene risultati così alti come usando seme fresco, ma le giovenche erano a Whataroa, quindi lo sperma congelato era l'unico modo pratico per farlo.

"Costa circa 55 dollari per lo sperma sessato rispetto a circa 25 dollari, ma basta un'altra giovenca a terra e si ripaga da sola", dice Chris. Mirano a 50 sostituzioni di giovenche a stagione, il che dà loro una buona pressione selettiva per il guadagno genetico e una mandria più giovane.

I tori superano le mucche che stanno ancora pedalando dopo cinque settimane di AI e questo si traduce in un piccolo numero di bobbies. Hanno esaminato lo sperma sessato di Hereford per creare più vitelli da toro, ma hanno deciso di continuare come sono per ora. Carla dice che sono sempre alla ricerca di modi per migliorare tutto ciò che fanno, quindi terranno d'occhio le opzioni.

Negli ultimi due anni la mandria non ha subito alcun intervento durante l'accoppiamento. Le mucche sono dipinte di coda mentre partoriscono con colori diversi per ogni lotto di parto e questo aiuta a identificare le date del parto per poi essere metrichecked per problemi uterini. Dopo l'inseminazione si affidano quindi ai cerotti di rilevamento del calore Estrotect e alla pittura della coda per identificare qualsiasi riciclaggio delle mucche. In questa stagione hanno utilizzato anche tori teaser per aiutare a identificare le mucche in bicicletta.

Ora che hanno una mandria più piccola e ci sono solo loro due in azienda, sentono di avere più coerenza nell'identificare le vacche in bicicletta e possono registrare tutti gli accoppiamenti naturali dopo l'IA. Quando le mucche vengono sottoposte a scansione della gravidanza, stabiliscono anche l'età del vitello in modo da sapere se l'IA ha avuto successo o se si trattava di una gravidanza di un toro. L'accoppiamento è un'area in cui cercano sempre di migliorare modificando cose diverse, ma madre natura a volte ha altre idee.

Tuttavia, sono contenti di come si è conclusa la stagione, considerando la rigidità della primavera e ora stanno lavorando alla preparazione della mandria per il parto e per la prossima stagione. Man mano che la fattoria migliora e il loro debito diminuisce, pensano che possa solo migliorare.

 

Fonte:

 

PDF: Salva un PDF dell'articolo

Torna in alto